Le messe - Parrocchia di San Marco Ev

PIAZZA BARBATO 1 - PONTE DI BRENTA - PADOVA
aggiornato il 12/10/2019
PIAZZA BARBATO 1 - PONTE DI BRENTA - PADOVA
PIAZZA BARBATO 1 - PONTE DI BRENTA - PADOVA
PIAZZA BARBATO 1 - PONTE DI BRENTA - PADOVA
Vai ai contenuti

Le messe



Consulta anche


Le celebrazioni della settimana
dal 13 al 19 Ottobre 2019

__________________________

DOMENICA 13 - XXVIII Tempo ord.
08.00 - def. Nevastro Antonio e Carmela
09.30 - def. Brunelli Rosa
          - def. Baldan Maria e Vianello Giovanni
11.00  - def. fam. Zampieri, Andreoli e Raccagni
19.00 -
_____________________________

LUNEDI’ 14
18.30 - def. Vido Sergio (anniv.) ed Elettra
_____________________________

MARTEDI’ 15
18.30 - def. Trevisan Italo e Serenella
____________________________

MERCOLEDI’ 16
18.30 -
_____________________________

GIOVEDI’ 17
15,30 -
_____________________________

VENERDI’ 18
S. Giovanni XXIII
18,30 - def. Maurizio
_____________________________

SABATO 19 - Messa festiva
19.00 -
___________________________

DOMENICA 20 - XXIX Tempo ord.
08.00 -
09.30 - def. Stievano Agnese (anniv.) e Antonio Maretto
11.00  - def. Ennio Ruzza
19.00 - def. Grigoletto Valentino (anniv.) e Baliello Placida
___________________________




Il secondo periodo del Tempo Ordinario

Il Cero pasquale è stato rimosso dal presbitero. E’ un segno della conclusione del tempo pasquale. Il Cero sarà utilizzato nel rito del Battesimo e collocato, segno pasquale, accanto alla bara del defunto nei funerali cristiani.
Anche il colore bianco del copri leggio all’ambone e delle tendine del Tabernacolo è stato sostituito con il colore verde. E’ il colore che caratterizzerà tutto il restante tempo liturgico: dal giorno dopo Pentecoste fino al sabato prima dell’Avvento sarà sempre il  tempo ordinario a segnare le settimane e domeniche. Poche saranno le eccezioni  in calendario.
Spesso il tempo ordinario continua a essere ritenuto semplicemente “il tempo in cui non si celebra niente”. In realtà esso ha un significato “straordinario” per la vita della Chiesa, perché può aiutarla a vivere quelle dimensioni “ordinarie” della sua vita, che a volte rischiamo di dimenticare. Il tempo ordinario è forse una delle più grandi “novità” della riforma dell’anno liturgico seguita al Vaticano II. Se per altri tempi dell’anno liturgico infatti la riforma ha dovuto far emergere con maggiore chiarezza elementi che erano andati persi nel corso dei secoli, riformulare testi e gesti, recuperare la “verità” del tempo della celebrazione… per il tempo ordinario si è trattato invece di una vera e propria novità, o almeno un profondo ripensamento di quella parte dell’anno liturgico che non apparteneva al ciclo pasquale (quaresima, triduo, tempo di pasqua), né al ciclo della manifestazione (avvento, natale, epifania).
Il tempo ordinario è costituito da trentatré o trentaquattro settimane, distribuite tra la festa del battesimo del Signore e l’inizio della quaresima (primo periodo), e tra la settimana dopo pentecoste e la solennità di Cristo Re (secondo periodo). A differenza degli altri tempi liturgici, il tempo ordinario non celebra un particolare mistero della vita del Signore e della storia della salvezza, bensì il mistero di Cristo nella sua interezza. È il tempo per eccellenza della sequela e del discepolato, sulle orme di Gesù verso il compimento della storia.
Nelle prime domeniche di questa seconda parte del tempo ordinario si celebrano due solennità:  “Santissima Trinità” e  “Corpo e Sangue del Signore”, il “Corpus Domini”. Fanno parte di quel gruppo di feste collocate nel corso del Tempo Ordinario e definite “Solennità del Signore nel tempo “fra l’anno”.  Accanto alle due già citate si tratta del “Sacratissimo Cuore di Gesù”’ Trasfigurazione del Signore, Nostro Signore Gesù Cristo re dell’Universo.




per contattare il nostro sito web:
email:   info@parrocchiapontedibrenta.it



Per contattare il Parroco
Tel. canonica 049625146  
Cell. Parroco 3470409936
email:   parroco@parrocchiapontedibrenta.it  
Torna ai contenuti